CI SON PIU’ INVITI AD EVENTI IN FB, ORAZIO, DI QUANTI NON NE SOGNI LA VACCA DI TUA ZIA

Una delle meravigliose possibilità che offre il Facebook è quella di creare eventi. E’ bello, uno può sponsorizzare tra gli amici un evento. Un evento, per l’appunto.
Evento, ricordiamoci questa parola.
Ultimamente ricevo inviti di questo genere:

– “SABBIA DEL GATTO PARTY”
Descrizione:
Era solo per comunicarvi che il mio gattino ha imparato a fare la pipì nella lettiera e io sono felice! Ci prendiamo un aperitivo tutti insieme? Astenersi allergici pelo di gatto e poco amanti dei graffi.
A mezzanotte pisceremo tutti su una grande lettiera per solidarietà al gatto che nell’antico Egitto era una divinità.

– “VITA DI MIO NONNO SERGIO E MIO ZIO GIGI”
Descrizione:
Presentazione del mio libro, autopubblicato, autoinflitto, autolesionista che parla di me e della mia famiglia senza che io sia Gandhi o Madre Teresa di Calcutta e senza soprattutto che io sia Carlos Ruiz Zafon o Gabriel Garcia Marquez, ovvero che sappia scrivere. Embe’? Perché non può essere interessante la vita mia? Ne abbiamo fatto una tiratura di 250 copie. Mio figlio dice che è una tiratura ottimistica. Ma mio figlio è stronzo. Solo perché scrivo nel libro che l’ho sorpreso da ragazzino mentre si faceva una pippa con la foto di Cristina D’Avena.
Relatore: Franco Sgambato, il direttore dell’importante testata locale: “L’ocarina con la brina”, di cui io curo come sapete la rubrica di poesia “Disquisizioni sull’amore”.
A mezzanotte un pianista suonerà notturni di Chopin solo per soldi, si sentirà fuori luogo e tutti penseranno che Alessandro Manzoni non era proprio ‘no stronzo.

– “VITTI ‘NA CROZZA PARTY”
Descrizione:
Serata nel cuore di Palermo a casa di uno di cui non possiamo dire il nome in cui ascoltiamo tutti le canzoni di Rosa Balistreri cantate dalla figlia di Bernardo Provenzano che canta malissimo ma che ci ha fatto una proposta che non possiamo rifiutare.
A mezzanotte andiamo tutti nel bunker di papi perché forse han detto che proprio quella sera faranno una retata in cerca di latitanti. Ma dopo una settimana possiamo tornare tutti a casa. Mamma e zia nel frattempo passeranno le cibarie tramite un cestino di vimini in un tunnel segreto. Zia fa degli arancini spettacolari.

– “GARA DI RUTTI”
Descrizione:
perchè no se iera capìo dal titolo? Ospite d’onore Renzo Bossi che quando andava al college era campione di quidditch. Cioè riusciva a dire con un sol rutto 30 volte di fila la parola “quidditch”. A mezzanotte si canterà tutti insieme “se il mare fosse de tocio e i monti de poènta” dopo l’esibizione del gruppo folk: “I rutti stanno in gola i sogni non lo so”.

– “CORSO DI ALLATTAMENTO AL SENO”
Descrizione:
Pregasi portare seno. Il poppante lo portiamo noi.
A mezzanotte l’organizzatore per vedere se avete imparato vi succhierà una tetta a testa.

– “PRESENTAZIONE DEL SAGGIO: I LONGOBARDI E LE LORO USANZE ALLA LUCE DEI NUOVI STUDI COME SE VOI CONOSCESTE I VECCHI”
Descrizione:
Dai, vieni, anche se non hai mai pensato davvero intensamente ai Longobardi. Noi ci teniamo.
A mezzanotte, dopo che anche Camilleri si è sputtanato con il romanzo erotico, verranno letti alcuni sonetti lussuriosi originali dell’epoca, trovati per caso a Ravenna durante un rave party in riva al mare, sulle usanze sessuali dei Longobardi, nello specifico del re Desiderio, dal titolo: “Donna longobarda grande bernarda, donna romana grande fagiana”.

– “KARAOKE CON FRANCA E SIMONE”IN CAUSA CON LA DOCCIA CHE LI HA DENUNCIATI PER DISTURBO DELLA SUA QUIETE.
E CHE CAZZO E’ UN MOMENTO DI RELAX PER TE MA IO LAVORO”
Descrizione:
Partono gli spavaldi. Ovvero quelli che cantano sotto la doccia e che sono in causa con la doccia stessa.
Poi si aggiungono gli altri: persone che nella vita praticano anche professioni rispettabili le quali cominciano ad intonare “When a man loves a woman” di Michael Bolton pronunciandolo: “uinamanlavsawoma”, seguito dalla canzone di Titanic, da “Come saprei” di Giorgia e da “My all” di Mariah Carey. Poi a un certo punto un uomo e una donna si contenderanno agonisticamente il microfono senza mollarlo più a nessuno, neanche a quello che voleva solo cantare Albachiara in compagnia. Concluderanno sfiniti in armonia con “Vivo per lei”, in cui lei canterà male Giorgia e lui malissimo Bocelli trovandosi soli e male accompagnati.
Dove sono tutti? In terrazzino a fumare. Canne.

– “CORSO DI APERTURA CHAKRA SACRALE”
Descrizione:
Se anche tu senti ogni tanto un friccicore al culo potrebbero non essere emorroidi, potresti avere il chakra sacrale bloccato. Con la sola imposizione delle mani e, se sei carina, appoggiandoti abilmente anche qualcosa che non ti risulta ma che io, avendoti sapientemente inebriata con un incenso alla cannella, farò passare per una bacchetta sciamanica trovata durante l’ultimo mio viaggio nello Yucatan, ti sbloccherò questo blocco energetico e ti consiglierò di venire altre 10 volte.
Kundalini sia con te.
A mezzanotte facciamo tutti un cerchio dell’amore in cui balliamo su ritmi tribali e cantiamo per un’ora il mantra del vecchio guru Bobanda Marleyanda “No womanda no cryanda”.
Poi tutti in terrazzino a fumare. Canne.

– “RETROSPETTIVA SU TINTO BRASS”
Descrizione:
Il retro più che la spettiva vi farà rimanere contenti.
A mezzanotte ci spariamo “Monella”, “Paprika”, “Così fan tutte” con ospite Claudia Koll che parlerà sul tema: “Dall’orgia all’ostia. Tutto quello che volevate sapere sul sesso io l’ho fatto, tutto quello che volevate sapere sulla religione ci sto lavorando”.

– “A MEZZANOTTE SAI CHE IO TI PENSERO’”
Descrizione:
Non è un evento. Volevo solo fare sapere a tutti gli amici di FB (che già sanno tutto perché io ogni santo giorno scrivo in bacheca che l’amo, che la penso e buonanotte e ti amo più di quanto avessi scritto ieri) che io amo tanto la mia cucciolotta Katia e che a mezzanotte di domani, che è il nostro anniversario e lei si trova a Londra per l’Erasmus ormai da mesi, la chiamerò su skype in diretta Periscope!
Verosimilmente lei non si presenterà, fingerà problemi di connessione mentre si starà scopando l’inquilino fighissimo scandinavo che ti aveva detto chiamarsi Martha, che in svedese vuol dire Marcello.
Il giorno dopo ti scriverà in bacheca “Scusa amore, ieri sera ho studiato, ti amo tanto” e tu le risponderai con un cuoricino, così: ❤ .
Ma tutti gli amici di FB, che avranno intuito dalle foto in cui lei è stata taggata e che tu non puoi vedere che lei era ad una festa con Martha, capiranno e ti inviteranno compassionevoli a fumare con loro sul terrazzino. Canne.

ALMANACCO dice:
Via coll’evento:
“Vieni all’evento “Rhett Butler si taglia i baffi”?
Domani è un altro giorno.
Vedremo”.
No, domani non posso. Immagine

Annunci

Informazioni su cristinachinaglia

Recito a teatro, scrivo sul sofà.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a CI SON PIU’ INVITI AD EVENTI IN FB, ORAZIO, DI QUANTI NON NE SOGNI LA VACCA DI TUA ZIA

  1. ilgiullaredicorte ha detto:

    hai mai fatto caso a dove si tiene??…heheehhe per partecipare ad un evento di questi a volte devresti fare km e km e km ,ma almeno il rimborso c’è???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...